Moscow +7 499 755-84-48   Italia +39 327 866 3350   pe@palazzoevents.com
  • Русский
  • Italiano
  • English

Matrimonio in Italia: catering e addobbi

É consigliabile prenotare il catering subito dopo la scelta della location, almeno 3 mesi prima della data del matrimonio o meglio ancora 6 mesi in anticipo per evitare il rischio che il giorno selezionato sia già occupato con altri eventi, soprattutto se si tratta di sabato o domenica. Il catering è indubbiamente una delle voci più costose del budget matrimoniale e può raggiungere fino al 40% della spesa totale in base al menu e tipo di servizio scelti. Per esempio, se si tratta di catering a domicilio dovete decidere se preferite che tutti gli ospiti siano serviti da camerieri al tavolo oppure è meglio optare per un pranzo a buffet.

Ricordate di accertarvi che gli invitati non abbiano nessun tipo di allergia e intolleranza alimentare. In caso contrario concordate con gli organizzatori del catering un menu alternativo. Inoltre cercate di capire se tra i vostri ospiti ci sono vegetariani o vegani in modo da potergli proporre un menu in linea con le loro abitudini alimentari. Infine se al pranzo sono invitati anche bambini piccoli non dimenticatevi di includere nella lista anche i piatti per loro.

Un altro aspetto fondamentale di ogni matrimonio sono gli addobbi floreali che questo giorno saranno dappertutto: dalla chiesa o municipio e sala ricevimento al bouquet e l’auto degli sposi. Per questo le composizioni floreali non sono assolutamente da trascurare. Ricordatevi anche che devono essere in linea con il tema delle nozze e la location scelta. Per esempio, per i festeggiamenti all’aria aperta sono particolarmente adatte le sculture composte da fiori oppure una cascata creata con piante di vostra preferenza. Queste decorazioni d’autore fungeranno anche come sfondo perfetto per le vostre fotografie e le esibizioni musicali.

Se uno dei futuri coniugi è un cittadino straniero bisogna tenere in mente alcuni dettagli importanti. Per poter registrare il matrimonio in Italia lo sposo o la sposa che proviene dall’estero deve prima avvalersi del nulla osta che di solito viene rilasciato dall’ambasciata del paese di origine. Inoltre dovete organizzare bene tutti gli spostamenti di invitati residenti all’estero a partire dal loro arrivo all’aeroporto. Se devono rimanere in Italia per alcuni giorni è meglio preparare per loro un programma culturale che include visite delle principali attrazioni turistiche del posto. Infine, se i parenti del coniuge straniero non parlano l’italiano vale la pena di trovare un interprete che li accompagnerà durante tutta la loro permanenza permettendogli di conoscere meglio le usanze locali.